Asia
| India

Tour di gruppo Holy Festival e Holla Mohalla

Asia
| India
Asia | India

Tour di gruppo Holy Festival e Holla Mohalla

Dal 3 al 15 marzo 2020 

Un viaggio itinerante in occasione dell’Holy (Festival dei Colori) e dell’Holla Mohalla (Festival dei Sikh) in Punjab per terminare dove il Gange emerge dai monti himalaiani. Un’esperienza intensa, ricca di coinvolgimenti emotivi e una grande occasione per chi desideri avvicinarsi e approfondire la complessa e affascinante cultura indiana. Un viaggio ricco ed intenso per un contatto con la straordinaria vitalità dell’India impreziosito dalla visita di imperdibili siti e luoghi storici. 

Viaggio proposto da Marco - Esperto d'India



  • 1° Giorno:
  • 03 marzo 2020 - Firenze
  • Roma
  • Delhi

Ritrovo presso l’aeroporto di Firenze per il disbrigo delle formalità aeroportuali e l’imbarco sul volo Alitalia delle ore 11.10 diretto a Delhi via Roma Fiumicino. Arrivo a Delhi previsto per le 02.10 ora locale del 4 marzo. Disbrigo delle formalità doganali, ritiro dei bagagli, incontro con la nostra guida locale indiana e trasferimento mezzo privato e sistemazione presso l’hotel Vivanta Dwarka 5* (o similare) per il pernottamento. 

  • 2° Giorno:
  • 04 marzo 2020 - Delhi
  • Mathura (B/-/D)

Prima colazione in hotel. Partenza in mezzo privato alla volta di Mathura e Vrindavan (165 km/3 h. circa). La cittadina, affacciata sul fiume Yamuna, è sacra a Krishna, la veneratissima ottava manifestazione di Vishnu, una meta di pellegrinaggio molto importante dell’India. Secondo la tradizione Egli vi soggiornò a Vrindavam nel periodo della fanciullezza e per questo vi si trovano centinaia di templi dedicati alla sua figura, a volte associata alla consorte Radha; di questi i più importanti sono il Banke Bihari e l’Iskon. All’arrivo sistemazione presso l’hotel Anandam Clarks Inn 3* (o similare) situato a Vrindavan. Nel pomeriggio ci recheremo al villaggio di Barsana per la festa di Lath Mar Holi. Oggi è la giornata in cui gli uomini di Nandgaon vengono “attaccati” dalle donne di Barsana, che era il villaggio di Radha consorte di Krishna, armate di lunghi bastoni. Terminate le visite rientro in hotel a Mathura per la cena (bevande escluse) e il pernottamento. 

  • 3° Giorno:
  • 05 marzo 2020 - Mathura
  • Nandgaon
  • Mathura (B/LB/D)

Prima colazione in hotel e partenza per il villaggio di Nandgaon, situato poco più a nord di Barsana. Secondo la tradizione indiana era il villaggio dove Khrisna trascorse la fanciullezza. A ricordo della vicenda mitica, quando Radha con le sue amiche gopi ricambiò l’audacia di Krishna tirandogli addosso acqua colorata, oggi gli uomini di Barsana, con al seguito un certo numero di uomini travestiti che rappresentano le donne di Bersana, si recano qui e vengono accolti con il lancio di acqua colorata e polveri. Il punto focale della festa è il cortile del tempio di Nadgaon, che esplode in una profusione di colori, e dove la gente dei due villaggi si siede, canta e danza assieme. Tuttavia, nell’interesse dei turisti e della loro sicurezza, il governo indiano ha creato eccellenti punti di osservazione per il pubblico.

  • 4° Giorno:
  • 06 marzo 2020 Mathura
  • Agra (B/-/D)

Prima colazione in hotel. Partenza alla volta di Agra (60 Km/1 h. ½ circa). All’arrivo sistemazione nelle camere presso il Radisson Hotel 4* (o similare). Successivamente visiteremo il Forte di Agra Fort; costruito in arenaria rossa con i suoi magnifici palazzi, sale pubbliche e private e bellissimi giardini. In questa residenza l’imperatore Shah Jahan fu tenuto agli arresti domiciliari dal suo terzo figlio Aurangzeb e vi trascorse gli ultimi anni della sua vita. Successivamente visiteremo il mausoleo di Itmad-Ud-Daulah costruito dall’imperatrice Nur Jahan in memoria del padre, considerato un piccolo Taj Mahal e Sikandra fondata da Sikander Lodi, l’imperatore della dinastia Lodi che governò il sultanato di Delhi tra il 1488 e il 1517. Nel 1504 Sikander portò la capitale dell’impero ad Agra, costruendo la città sulla riva opposta a quella su cui sorge attualmente. Rientro in hotel nel tardo pomeriggio per la cena e il pernottamento. 

  • 5° Giorno:
  • 07 marzo 2020 Agra
  • Delhi
  • Amritsar (B/-/LB)

Prima colazione in hotel. Mattina dedicata alla visita del Taj Mahal simbolo dell’India e massimo esempio dell’architettura Moghul. Il Taj Mahal fu costruito, sulle sponde del fiume sacro Yamuna, a partire dal 1632 dall’imperatore Moghul Shah Jahan in marmo bianco e pietre semipreziose, per ospitare le spoglie dell’amata moglie Mumtaz Mahal. Terminata la visita rientro a Delhi (220 km/5 h. circa) in tempo utile per l’imbarco sul treno delle 16.30 diretto ad Amritsar con arrivo previsto per le 22.30. Cena con box lunch in corso di viaggio. All’arrivo trasferimento e sistemazione nelle camere riservate presso il Holiday Inn Amritsar 4* (o similare) per il pernottamento. 

  • 6° Giorno:
  • 08 marzo 2020 Amritsar (B/-/D)

Prima colazione in hotel. Mattina dedicata alla visita della città e del Tempio d’Oro. A differenza di molte città indiane, Amritsar non è molto antica, poiché fu fondata solo 430 anni fa dal Guru Ram Das, il quarto dei dieci guru Sikh. Visiteremo il Jalian Wala Bagh, un giardino nel cui, il 13 aprile del 1919, il Generale Dyer fece sparare sulla folla inerme. Proseguiremo con la visita del Tempio d’Oro, uno dei luoghi magici dell’India, centro della sacralità per la religione Sikh. Le origini del luogo sono antichissime, in passato il lago che ora è al centro del tempio era immerso nella foresta ed era un luogo di ritiro e meditazione per gli eremiti; pare che lo stesso Buddha giunse fin qui. Il fondatore della religione Sikh, Guru Nanak (1469-1539), visse qui e vi meditò a lungo; dopo la sua morte i discepoli continuarono a frequentare il luogo che in breve divenne il centro della loro religione. Nel tempio costruito sull’acqua della grande vasca è custodito il Guru Grant, il testo religioso dei Sikh, che viene recitato con toni melodiosi che pervadono lo spazio santo, ispirando i presenti ad un’apertura spirituale. Al suo interno, oltre ad ammirare le strutture architettoniche, si possono vedere pellegrini assorti in preghiera ed ascoltare gli inni sacri, che iniziano al mattino presto e terminano a notte inoltrata. Nel pomeriggio ci recheremo al punto di confine col Pakistan di Wagah (a circa 35 km da Amritsar), l’unico passaggio di frontiera aperto tra i due Paesi, per la cerimonia del ritiro della bandiera che si svolge alle 17.00; l’evento è diventato una specie di spettacolo nazionale con i soldati delle due parti che fanno una parata militare, interessante da vedere. Rientro in hotel nel tardo pomeriggio per la cena e il pernottamento. 

  • 7° Giorno:
  • 09 marzo 2020 Amritsar
  • Agampur (B/L/D)

Prima colazione in hotel. Partenza alla volta di Agampur (180 km/4 h. circa). All’arrivo sistemazione nel Campo Tendato Luxury per il pranzo. Pomeriggio dedicato alla visita di Anandpur Sahib luogo di pellegrinaggio sulle basse pendici dell’Himalaya nello stato del Punjab e uno dei centri storicamente più importanti della tradizione Sikh, il cui nome significa “città della beatitudine”. Fu qui che nel 1699 Guru Gobind Singh fondò l’ordine dei santi guerrieri Sikh, caratterizzato da un’etica cavalleresca protesa all’aiuto dei deboli ed alla difesa dalla tirannia, dove il valore militare è soggetto agli scopi per i quali è nato: ed in effetti la prodezza degli eserciti Sikh è poi divenuta celebre nel mondo. Cena e pernottamento nel campo tendato. 

  • 8° Giorno:
  • 10 marzo 2020 Holla Mohalla (B/L/D)

Prima colazione in campo tendato. Intera giornata dedicata al grande festival del Holla Mohalla; questo evento è una celebrazione di questo nobile intento marziale ed oggi anche della storia che ha contribuito a creare. Chi vorrà potrà anche condividere il cibo vegetariano preparato dai volontari Sikh per i pellegrini ed i visitatori, una pratica di assistenza e generosità chiamata ‘Gurdwara’: anche questo fa parte della tradizionale ospitalità di quest’ordine religioso. In questi giorni questa località si popola di centinaia di migliaia di devoti Sikh provenienti da ogni parte dell’India per la festa di Holla Mohalla. Attorno al primo plenilunio di marzo al tempio di marmo bianco Keshgarh Sahib, sacro ai Sikh, si assiste alle celebrazioni e alle rievocazioni di battaglie combattute con abilità marziali e costumi pittoreschi. Protagonisti della festa, che celebra lo spirito marziale dei Sikh, sono i coraggiosi e temibili difensori della fede, i guerrieri Nihang, voluti nel 1699 dalla guida spirituale Gobind Singh, che si sfidano a duello sfoggiando abiti blu con decorazioni color zafferano, enormi turbanti, lunghe barbe e scintillanti sciabole. I pellegrini, accolti solennemente dalla gente di Anandpur Sahib, cantano inni (kirtan), pregano, mangiano cibo distribuito gratuitamente, si sfidano a cavallo, tirano con l’arco e partecipano alla suggestiva e conclusiva processione militare che si snoda nelle strette vie intorno al tempio con tamburi, insegne e bandiere. Holla Mohalla è sicuramente una delle feste più sentite per i seguaci della religione Sikh, culto nato nel XV secolo che non riconosce il sistema delle caste né l’adorazione di idoli e superstizioni e che autorizza i monaci a utilizzare armi e arti marziali per difendersi. Nel 1701 fu proprio il guru Gobind Singh a voler dedicare una giornata alla preparazione militare del suo popolo con una simulazione di una battaglia, che però doveva concludersi con musica, colori e concorsi di poesia, dando così origine a una tradizione viva e emozionante ancora oggi. I rituali, le abitudini e i combattimenti dei soldati Sikh affascinano visitatori, curiosi e l’intera comunità di Anandpur Sahib, letteralmente “città della beatitudine”, che accoglie i cavalieri-monaci con grande generosità. Pranzo, cena e pernottamento in campo tendato. 

  • 9° Giorno:
  • 11 marzo 2020 Agampur
  • Chandigarh (B/-/D)

Prima colazione in hotel. Mattina a disposizione. In tarda mattinata partenza alla volta di Chandigarh (85 km/1 h. ½ circa). All’arrivo sistemazione nelle camere riservate presso il Lemon Tree Hotel 4* (o similare). Pomeriggio dedicato alla visita di Chandigarh, capitale di due stati indiani Haryana e Punjab fu costruita negli anni 50 sulla base di un progetto dell’architetto svizzero francese Le Corbusier. Visiteremo l’originale Rock Garden (Giardino Roccioso) ideato da Nek Chand, un visionario autista Outsider, è un labirinto di più di 2 ettari costituito da cascate e sentieri tra sculture e figure fatte con materiale di scarto e pietre dalle forme bizzarre. Chandigarh ha un’atmosfera completamente diversa da quella di qualsiasi altro centro urbano dell’India ed è considerata la città più pulita e salubre del paese. Cena e pernottamento in hotel. 

  • 10° Giorno:
  • 12 marzo 2020 Chandigarh
  • Haridwar (B/-/D)

Prima colazione in hotel. Partenza alla volta di Haridwar (200 km/5 h. circa). All’arrivo sistemazione nelle camere riservate presso il Radisson Blu Hotel 4* (o similare). Pomeriggio dedicato alla visita della città e dei templi circostanti considerati di grande importanza religiosa, poiché Haridwar è una delle città più sacre dell’India. Visiteremo il tempio di Chandi Devi situato sulla cima della collina del Neel Parvat accessibile attraverso una teleferica. Proseguiremo con la visita al tempio di Maya Devi, luogo dove si racconta cadde il cuore e l’ombelico di Sati e il tempio di Bharat Mata: una massiccia struttura di otto piani consacrata nel 1983. Ogni piano del tempio ospita statue di diverse leggende mitologiche e storiche, divinità religiose, leader ed eroi che hanno svolto un ruolo importante nella formazione dell’India moderna. Secondo i miti, Haridwar è stato visitato da Dei e Dee come parte delle penitenze. Nel tardo pomeriggio parteciperemo alla cerimonia di preghiera Aarti Har-ki-Pauri sulle sponde del sacro fiume Gange. Terminata la cerimonia rientro in hotel per la cena e il pernottamento. 

  • 11° Giorno:
  • 13 marzo 2020 Haridwar
  • Rishikesh
  • Haridwar (B/-/D)

Prima colazione in hotel. Partenza alla volta di Rishikesh (40 km/ 1 h. circa). Questa piccola cittadina adagiata ai piedi dell’Himalaya sulle rive del sacro fiume Gange, è un centro di attività spirituali e religiose fin dai tempi antichi e ancora tutt’oggi attira ogni anno migliaia di pellegrini. Circondata su tutti i lati da bellissime colline e bagnata dal sacro fiume Gange è la porta di pellegrinaggio per Badrinath e Kedarnath. Questo ha reso il luogo una meta di pellegrinaggio religioso. La sua atmosfera serena e santa ispira i pellegrini con pensieri devoti. Rishikesh è anche indicata come la capitale mondiale dello yoga e ospita un certo numero di ashram che offrono corsi di yoga e meditazione. Alcuni degli ashram sono situati sulla riva orientale del fiume Gange e l’intero gruppo è noto come Swargashram. Maharishi Mahesh Yogi’s Ashram è famoso in tutto il mondo grazie alla rock band dei Beatles. Inoltre durante la giornata effettueremo anche una breve sessione di yoga in un Ashram. Visiteremo il Lakshman Jhula: ponte costruito sul Gange e diventato uno dei simboli della città che unisce Rishikesh a Devprayag. Proseguiremo con la visita del tempio di Bharat Mandir dedicata al dio Vishnu, luogo di penitenza del fratello minore di Dio Ram. Successivamente visiteremo Rishikund: luogo molto antico, dove si narra che il santo Kubz sia stato benedetto dalla dea Yamuna, che riempì il laghetto con la sua acqua. In questo luogo è anche presente il tempio di Raghunath dedicato al dio Rama e sua moglie Sita. Terminate le visite rientro ad Haridwar per la cena e il pernottamento in hotel. 

  • 12° Giorno:
  • 14 marzo 2020 Haridwar
  • Delhi (B/-/D)

Prima colazione in hotel. Trasferimento a Delhi (220 km/ 5 h.). All’arrivo sistemazione nelle camere riservate presso l’hotel Vivante Dwarka 5* (o similare). Resto della giornata a disposizione. Cena in hotel e camere a disposizione sino al trasferimento all’aeroporto internazionale per il disbrigo delle pratiche doganali. 

  • 13° Giorno:
  • 15 marzo 2020 Delhi
  • Roma
  • Firenze (-/-/-)

Imbarco sul volo Alitalia delle ore 04.10 diretto a Firenze via Roma. Pernottamento in corso di volo. Arrivo previsto a Firenze per le ore 10.25. Ritiro dei bagagli e termine del viaggio. 


Quota adulto in camera doppia euro 1.960,00 - Tasse aeroportuali euro 270,00 (soggette a modifica) - Visto consolare d’ingresso euro 30,00 - Supplemento camera singola euro 670,00

La quota comprende
  • Voli intercontinentali con Alitalia come da programma in classe economica
  • Sistemazioni in camera doppia con servizi privati in hotel eccetto ad Agampur in campi tendati deluxe
  • Prima colazione e cena (bevande escluse) per tutta la durata del viaggio in India eccetto ad Agampur in pensione completa con pasti vegetariani (bevande escluse)
  • Camere a disposizione in hotel a Delhi il giorno 14 marzo in trattamento di day use sino al trasferimento all’aeroporto internazionale
  • Guida locale indiana parlante italiano per tutta la durata del viaggio
  • Trasferimenti via terra come da itinerario in mezzo privato con aria condizionata
  • Passaggio in treno Delhi –> Amritsar con posto prenotato in carrozza di 2° classe con aria condizionata
  • Visite ed escursioni come da programma
  • Ingresso ai templi e monumenti ove previsti
  • Accompagnatore Xenia Viaggi dall’Italia e per tutta la durata del viaggio in India
  • Assicurazione spese mediche max 30.000€/bagaglio max 1.000€ 

La quota non comprende
  • Pasti non menzionati, bevande ai pasti, mance a guide, autisti e facchinaggio ed extra di carattere personale
  • Assicurazione annullamento facoltativa pari 3,5% sulla quota di partecipazione
  • Quanto non espressamente indicato alla voce “la quota comprende” 


Documenti necessari per l'espatrio

Passaporto (controllare che sia firmato) con validità al momento della partenza non inferiore a 6 mesi incluso di visto consolare. Per l’ingresso in India è richiesto il visto consolare, all’ottenimento del quale può provvedere la nostra organizzazione previo pagamento dei diritti dovuti. Per l’ottenimento del visto sono richiesti: il passaporto valido per i successivi sei mesi dalla data di ritorno del viaggio con due pagine libere, una fototessera a colori (formato 5×5) e il modulo da noi fornito debitamente compilato.


Note di Viaggio

Arrivati in volo a Delhi si raggiunge la terra di Krishna, ai margini del fiume Yamuna dove si affacciano Mathura e Vrindavan per assistere alle celebrazioni del Lathmar Holi Festival, la versione più strepitosa dei festeggiamenti per la primavera che ricorrono nell’India settentrionale. Dopo la visita di Agra si rientra a Delhi e si prosegue in treno per Amritsar nel Punjab, celebre per il Tempio d’Oro ed Anandpur Sahib, le città sacra per partecipare al festival dei Sikh; il pittoresco ed energetico Holla Mohalla. Proseguiremo con la visita di Chandigarh, la città di Le Curbousier, per terminare con Haridwar e Rishikesh, luoghi sacri dello yoga e del misticismo indiano.

 

Legenda pasti: B=Prima colazione – L=Pranzo – LB=Lunch Box – D=Cena

India – Orissa

Dalla città coloniale di Calcutta (Kolkata) alla volta di Bhubaneshwar, Konarak e Puri, dove scoprire i meravigliosi templi dell’arte Nagara, fino alla regione dell’Orissa tribale, dove è possibile incontrare le popolazioni degli Adivasi del subcontinente indiano. L’India più sconosciuta si raggiunge attraverso Rayagada visitando i villaggi delle tribù concentrati nelle foreste impenetrabili e nei grandi mercati settimanali. Sessantadue tribù di origine dravidica (tra cui Bonda, Ghadaba, Kondh) che si rifugiarono nella giungla per sfuggire all’avanzata delle popolazioni Arya che arrivarono dall’Asia centrale.

Scopri il viaggio

India – Triangolo d’Oro e Varanasi

Itinerario essenziale nel Triangolo d’Oro dell’India del Nord con estensione a Varanasi, la città sacra per eccellenza. Questo programma di viaggio è volto a tutti coloro che non hanno troppo tempo a disposizione, ma desiderano vedere e visitare le città fondamentali in un primo viaggio in India. Un passaggio da Delhi, la capitale dell’India coloratissima e caotica, Jaipur, che è la città principale della regione del Rajasthan, passando per Agra ed ammirare una sette sette meraviglie del mondo moderno, il suo spettacolare Taj Mahal, fino ad arrivare a Varanasi la città sacra degli induisti che vale quasi l’intero viaggio: le emozioni e le suggestioni che questa città offre sono difficilmente replicabili altrove. Un viaggio, un’esperienza, un’emozione!

Scopri il viaggio

India – Ladakh e Kasmir

Un viaggio nell’estremo nord dell’India. Un itinerario che passa attraverso gli alti passi di montagna del Ladakh, il piccolo Tibet con i monasteri buddisti, alla dolcezza dei paesaggi alpini e lacustri del tormentato Kashmir. Dal Tempio d’Oro dei Sikh di Amritsar ai monasteri buddisti di Leh . Un percorso che attraversa culture e tradizioni millenarie passando fra scenari naturali di incomparabile forza e bellezza, dove solo i veri viaggiatori si avventurano.

Scopri il viaggio

Send this to a friend